Naso storto per esiti di un trauma capitato all'età di 5 anni. A destra 4 anni dopo un intervento di rinoplastica che ha corretto sia la parte funzionale (respirazione) che
la parte estetica.

Respiro male perché ho il naso storto

Un naso storto può provocare delle difficoltà più o meno serie di respirazione ma soprattutto conferisce al volto un aspetto sgradevole.
Così come il setto nasale deviato, il naso storto può determinarsi spontaneamente nel corso dello sviluppo delle ossa della faccia, ma nella stragrande maggioranza di casi esso è la conseguenza di una frattura delle ossa nasali sulla quale non si è intervenuto subito oppure si è intervenuto a in modo incompleto.
Nel naso storto è presente non solo una deviazione del setto nasale, ma anche una deformità dellealtre strutture nasali, e cioè le ossa proprie del naso, le cartilagini alari e le cartilagini triangolari .
Per questo motivo per correggere efficacemente un naso storto è necessario effettuare una rinosettoplastica. E' questa un'operazione chirurgica che interviene sia sulla respirazione sia sull'aspetto esterno del naso mirando quindi ad ottenere un risultato sia estetico che funzionale.
Anche in questo caso, prima di effettuare un eventuale intervento, è necessario studiare il naso, non soltanto tramite un attento esame esterno, ma anche effettuando una endoscopia delle fosse nasali che permette di esaminare a fondo le strutture interne.
Estremamente utili per pianificare l'intervento sono anche la rinomanometria, che permette di misurare la quantità d'aria che riesce a passare attraverso ogni singola narice, e la rinometria acustica che misura, attraverso il passaggio di un'onda sonora, il calibro delle fosse nasali a differenti livelli di profondità.

Cosa si può fare?

La rinosettoplastica per naso deviato è uno delle procedure più complesse per il chirurgo nasale in quanto devono essere modificate, in un unico intervento, tutte le strutture nasali.
L'intervento inizia con la correzione della deviazione del setto che sempre accompagna il naso storto. Quindi si passa alla modifica delle ossa del naso che, effettuando delle nuove fratture controllate, vengono mobilizzate e rimesse nella giusta posizione.
Non è raro che, specie nelle fratture che si sono determinate molto tempo prima, si sia formato pian piano sul dorso del naso un callo osseo che ha provocato la comparsa di una gobba che non era presente prima del trauma. In questo caso è necessario procedere, oltre al "raddrizzamento" del naso, anche alla correzione del suo profilo.
Spesso è necessario, per ottenere il risultato voluto, completare l'intervento modificando anche le cartilagini della punta, anche ricorrendo ad innesti che coprano eventuali asimmetrie residue.
Il decorso post operatorio di un intervento di rinosettoplastica per naso storto impone le stesse procedure che sono secessarie per la settoplastica, con in più quelle abitualmente necessarie per una rinoplastica estetica e cioè: tamponamento nasale per 4-5 giorni, protezione rigida sul naso per i primi 7 giorni, protezione morbida (cerotti) dall' ottavo al 14° giorno.

Naso storto per ripetuti eventi traumatici. Gibbo dorsale da probabile callo osseo. Foto pre e post intervento di correzione sia estetica che funzionale.